Caldaia a gas: come valutare offerte e metodi di pagamento

22 ottobre 2020 - 14:34 / di Roberto Ferri Roberto Ferri

L’acquisto di una caldaia a gas comporta sempre 2 considerazioni economiche all’opposto.

Da una parte si cerca un modello ad alta efficienza che consenta un risparmio in bolletta nel lungo periodo. Dall’altro però si desidera anche spendere il meno possibile nell’immediato (sempre rapportando la pesa alle prestazioni offerte) o comunque di trovare le condizioni di pagamento più vantaggiose.

Sul piano del risparmio in bolletta nel tempo è consigliabile indirizzarsi su caldaie con efficienza energetica certificata A o superiore; per verificarlo basta controllare l’etichetta energetica riportata sul prodotto. Grazie al loro funzionamento, le caldaie a condensazione attualmente ritrovabili nel mercato garantiscono un doppio risparmio, energetico ed economico, che può arrivare fino al 25%... senza contare le ridotte emissioni di sostanze inquinanti.

Invece, per quanto riguarda i costi immediati per l’acquisto della caldaia a gas, conviene ragionare su 3 fronti diversi:

  • Il prezzo della caldaia
  • Il metodo di pagamento
  • Le Detrazioni concesse dallo Stato

 

Prezzi caldaia a gas a condensazione

Il prezzo della caldaia a gas dipende ovviamente dal livello di efficienza energetica in grado di raggiungere. In più ad incidere sul costo è anche la potenza della caldaia stessa, che a sua volta dipenderà dall’ambiente da scaldare.

Se sei interessato ad acquistare una ti conviene chiedere il parere di un tecnico per valutare il modello migliore per le tue esigenze.

Ad esempio, i prezzi delle caldaie BAXI o ELCO partono da 962,18 euro + IVA.

Caldaia a gas a condensazione: come pagarla?

Definito il prezzo, conviene valutare le diverse forme di pagamento possibili per trovare quella più confacente alle proprie possibilità.

Pagamento in unica soluzione

Se le disponibilità economiche non sono un problema, la soluzione di pagamento più ovvia consiste nel pagare tutto all’atto di acquisto.

Pagamento rateale e finanziamenti

La rateizzazione è una comodità anche nell’acquisto della caldaia. La grande distribuzione di elettrodomestici offre sempre più spesso la possibilità di sottoscrivere un finanziamento al momento d’acquisto che permette di fatto di rateizzare il valore del prodotto.

Cessione del credito

Chi ha diritto al credito fiscale (anche per soggetti incapienti) previste dallo Stato in caso di sostituzione della caldaia, può giovare di un’interessantissima alternativa: al posto della classica detrazione IRPEF ha la possibilità di cedere un credito di imposta per lo stesso valore al fornitore o ad altri soggetti (come ad esempio società finanziarie o istituti di credito). Il risultato è assimilabile ad uno sconto immediato sul prezzo complessivo della caldaia.

Detrazioni per caldaia a gas

Ultima cosa, ma non per questo meno importante è proprio l’agevolazione fiscale legata alla sostituzione della tua vecchia caldaia.

Se acquisti una caldaia a condensazione almeno in classe A hai diritto ad una detrazione pari al 50% del costo del prodotto. Se alla caldaia sono associati anche sistemi di termoregolazione evoluti la percentuale sale al 65%. Infine, se l’intervento è contestuale ad un più ampio lavoro di riqualificazione energetica dell’edifico (per migliorarlo di 2 classi energetiche) allora potresti aver diritto addirittura al Superbonus al 110%. Per capire quale percentuale ti può spettare leggi dal nostro blog “Sostituzione Caldaia Detrazione per chi non ha diritto a SuperEcobonus”.

Per approfondire tutte queste informazioni ti consiglio di scaricare il nostro listino gratuito ai prezzi delle caldaie a condensazione.

Scarica il listino delle caldaie a condensazione Bluenergy

Categorie: Caldaie

Roberto Ferri

Scritto da Roberto Ferri