Climatizzatore dual split: vantaggi e installazione

30 aprile 2020 - 10:03 / di Laura Sartori Laura Sartori

Chi ha già installato un climatizzatore dual split preferendolo a un monosplit o ad altri sistemi di climatizzazione, non ha dubbi: ottimo per quanto riguarda la capacità refrigerante, garantisce un alto risparmio energetico e lavora in maniera silenziosa. Parliamo quindi di un prodotto sicuramente dai molteplici pregi e il cui acquisto sembra proprio essere conveniente.

Scopriamone tutte le caratteristiche e tutti i vantaggi.

La prima cosa da fare è vedere il meccanismo del climatizzatore dual split, per poi analizzarne i vantaggi e capire come funziona la sua installazione.

Funzionamento climatizzatore dual split

È un climatizzatore il cui funzionamento prevede l’utilizzo di una singola unità esterna (motore), che dà energia alle due unità refrigeranti (split, appunto) situate all’interno dell’abitazione. I due split saranno logicamente posizionati in punti diversi affinché il raffreddamento di casa avvenga in modo efficace.

Vantaggi

Sicuramente il vantaggio più importante è il poter regolare autonomamente l’utilizzo di un singolo split a seconda della stanza che si vuole rinfrescare. Se ad esempio gli split sono installati in camera da letto e in salotto, potrai accendere lo split in salotto di giorno e quello in camera di notte, con un bel risparmio sui consumi.

Avere una sola unità esterna inoltre, comporta un ulteriore vantaggio, ossia un bel risparmio di spazio (a volte si dispone di piccoli terrazzi o poco spazio esterno).

Scegliendo inoltre, un modello a risparmio energetico poi si avrà anche il vantaggio di dare un bel taglio ai costi in bolletta.

Come sceglierlo

La prima cosa da considerare, nella scelta del climatizzatore, è la sua potenza, che dipende dalla superficie che vuoi andare a raffreddare. Devi essere sicuro di acquistare un modello con la potenza giusta per te, perché una potenza eccessiva ti farà spendere più del necessario, mentre una potenza insufficiente renderà il climatizzatore inefficiente.

La potenza di un climatizzatore si esprime in BTU (“British Thermal Unit”) e per calcolarla facilmente anche da solo (per lo meno farti un’idea, poiché l’aiuto di un tecnico competente è sempre da preferire) leggi anche questo articolo: Potenza climatizzatore in base alla tipologia di casa.

Oltre alla potenza, variabili da tenere in considerazione sono: la classe energetica, la tecnologia (on-off oppure inverter), la funzionalità (ad esempio si può sceglierne uno a pompa di calore, che oltre a raffreddare riscaldi pure). Qui trovi un approfondimento su Come scegliere un condizionatore per la tua casa.

Installazione climatizzatore

L’installazione di un climatizzatore dual split richiede professionalità e competenza. Stiamo parlando di impianti complessi, il cui meccanismo prevede l’uso di gas (R32) e tutto un sistema di montaggio particolare, per cui è necessario rivolgersi a installatori professionisti.

Per quanto riguarda i costi di installazione, tieni presente che il prezzo di un climatizzatore varia in base a:

  • Potenza effettiva dell’unità esterna
  • Classe energetica
  • Presenza o meno della pompa di calore
  • Design degli split interni
  • Tipologia di posa dello split interno e dell’unità esterna. A seconda che il climatizzatore sia destinato a uso abitativo o commerciale, così come la modalità di posa da te scelta andrà ad influire sul costo finale.

Insomma, non ci sono dubbi sulla convenienza di scegliere un climatizzatore dual split, abbiamo visto quali vantaggi garantisce e quanto sia importante affidarsi a tecnici professionisti e competenti per la sua installazione.

Non ti resta che scegliere il modello più adatto alle tue esigenze, per farlo scarica gratuitamente la Guida per scoprire le migliori tipologie in commercio.

Clicca qui per riceverla subito in formato PDF da leggere sul tuo smartphone, tablet o pc.

Guida: Come scegliere il climatizzatore per la tua casa

Categorie: Climatizzatore

Laura Sartori

Scritto da Laura Sartori