Per portare il benessere in casa e risparmiare in bolletta, la scelta del migliore climatizzatore è fondamentale. Al di là di un fatto di marca, il punto è decidere il modello in grado di offrirti efficienza energetica e prestazioni avanzate anche nel rispetto delle normative ambientali. In questa pagina troverai tutte le indicazioni degli esperti sulla scelta del climatizzatore e le caratteristiche consigliate per trovare la migliore soluzione per le tue esigenze.

01

COS’È UN CLIMATIZZATORE E COME FUNZIONA

Il condizionatore, o climatizzatore, è il miglior alleato per raffrescare gli ambienti di casa durante l’estate, perché ti permette di controllare la temperatura, la percentuale di umidità e la qualità dell’aria.

È un elettrodomestico indispensabile nelle case durante l’estate, in cui si ha la necessità di rendere gli ambienti di casa e di lavoro più vivibili per riposare bene durante la notte ed essere più produttivi negli orari di attività.

Il suo funzionamento, con la tecnologia di filtrazione dell’aria, rende il climatizzatore ancora più indispensabile per le famiglie in cui ci sono soggetti allergici o che soffrono di asma.

Quello che ancora in pochi sfruttano è anche la sua funzione in pompa di calore, ideale per avere tepore nelle mezze stagioni e combattere il senso di umidità durante i mesi piovosi.

COME SONO FATTI

Ci sono principalmente due tipologie:

  • Climatizzatori portatili, che non richiedono la realizzazione di un impianto ma risultano meno efficienti e necessitano di un foro d’uscita che non isola la stanza da raffreddare;
  • Climatizzatori fissi split, dove abbiamo una o più unità interne collegate a uno o più elementi esterni. Questi sono i modelli più diffusi, ai prezzi più vantaggiosi e soprattutto sono quelli che offrono maggiore comfort.

I climatizzatori fissi sono costituiti
da due parti principali:

  • Unità interna, coincide solitamente con lo split che si fissa a parete.
  • Unità esterna, cioè la macchina che va installata all’esterno dell’edificio.

Una sola unità esterna
alimentare più unità interne.
Si parla in questo caso di:

  • Climatizzatore monosplit: una singola unità esterna alimenta una unità interna;
  • Climatizzatore dualsplit o multisplit: una unità esterna alimenta più unità interne.

CURIOSITÀ

I climatizzatori utilizzano un gas. È sicuro?

I climatizzatori di ultima generazione utilizzano un gas refrigerante con la sigla R32, che rispetto al gas R410A, presente nei modelli di climatizzatori installati fino a pochi anni fa, migliora la sicurezza soprattutto sul piano dell’inquinamento ambientale.

02

POTENZA CLIMATIZZATORE

Depositphotos_39304539_xl-2015@2x

Quando si acquista un condizionatore o, in generale, si decide di climatizzare un immobile, la scelta cruciale da fare ha a che fare con la potenza: va calcolata la potenza adeguata della macchina. Perché è un fatto cruciale?

Perché dal corretto dimensionamento dipendono le spese: sovradimensionare significherebbe spendere soldi in più inutilmente; sottodimensionare per spendere meno all’inizio produrrebbe poi una inefficienza da compensare con l’uso continuo del climatizzatore e un conseguente ricarico della bolletta dei consumi elettrici.

La potenza di un climatizzatore è un parametro espresso in kW o in BTU/h.

Approfondimento

Come scegliere il climatizzatore in base ai metri quadri?

Stima di massima:

SUPERFICIE DELLA STANZA (metri quadri) POTENZA NOMINALE  (kW) POTENZA NOMINALE (BTU/h)
Fino a 25 1,46 5.000
Da 20 a 40 2,05 7.000
Da 25 a 50 2,63 9.000
Da 35 a 70 3,51 12.000
Oltre i 50 5,27 18.000

Ogni calcolo puntuale viene effettuato da un professionista che attraverso il sopralluogo definisce la macchina più corretta da installare. 

La superficie degli spazi da climatizzare è l’elemento più importante nella scelta, ma non è l’unico fattore determinante.

Un tecnico terrà in considerazione anche:

  • La tipologia di ambiente (esempio se siamo in una cucina o in un ufficio dove siano presenti dispositivi tecnologici che emettono calore aggiuntivo);
  • Numero di persone che stanno nella stanza mediamente (più persone significa più calore);
  • Esposizione dell’edificio e delle stanze (le case esposte a nord sono più fresche; all’opposto, quelle esposte a sud risentono del calore nelle ore centrali della giornata w2);
  • La morfologia della casa: posizione delle porte, dei vani scala e le superfici vetrate;
  • L’isolamento termico dell’edificio, con la presenza o meno del cappotto.

 

Scarica la guida ai prezzi dei climatizzatori per la tua casa

03

CARATTERISTICHE E FUNZIONI DEI CLIMATIZZATORI

Il climatizzatore deve sempre presentare un’etichetta, esattamente come tutti gli altri
elettrodomestici, che indica in modo intuitivo la classe energetica dalla A+++ alla D.

Depositphotos_267726374_xl-2015@2x

Il consiglio è, come per tutti gli elettrodomestici di casa, di orientarti verso l’acquisto di climatizzatori ad alta efficienza (A+ o superiore), perché i consumi sono inferiori rispetto alle classi più basse. Quindi con una classe energetica alta avrai un risparmio a lungo termine.

I climatizzatori più efficienti in termini di consumo sono quelli che hanno funzione inverter: questa caratteristica consente di modulare il proprio lavoro: una volta raggiunte le condizioni ottimali, la macchina entra in una modalità “risparmio energetico” e lavora solo per mantenere le condizioni impostate, evitando le continue accensioni e spegnimenti (on/off) che invece sono presenti nei vecchi condizionatori.

sinistra

I CLIMATIZZATORI PIU' EVOLUTI

HANNO QUESTE FUNZIONI

destra

 check Inverter

Modulazione dell’energia d’esercizio per mantenere il livello di comfort impostato in modalità risparmio energetico.

check Deumidificazione

Didiminuzione dell’umidità che altera la percezione del calore. Molto spesso, d’estate, capita di sentirsi meglio semplicemente riducendo l’umidità.

check Riscaldamento – Pompa di calore

Possibilità di generare aria calda per climatizzare gli ambienti anche nelle mezze stagioni e avere tepore in casa senza bisogno di accendere l’impianto di riscaldamento.

check Filtraggio dell’aria

Sistemi antipolline per la salubrità dell’aria. Un condizionatore non permette un ricambio dell’aria, i nuovi modelli sono dotati di sistemi di filtraggio ideali per persone allergiche e asmatiche.

LE MIGLIORI CARATTERISTICHE

• Funzione pompa di calore per avere la giusta temperatura in casa anche nelle mezze stagioni

• Classe di efficienza energetica elevata (almeno A++ o A+++) per consumi ridotti

• Elevata silenziosità e comfort acustico

• Ridotto impatto ambientale, grazie all’impiego di gas refrigeranti meno impattanti sull’ambiente

• Multifunzione (raffrescamento, riscaldamento e deumidificazione)

• Gestione da remoto tramite Wi-Fi e App

Scarica la guida ai prezzi dei climatizzatori per la tua casa

04

COME PAGARE IL CLIMATIZZATORE

Se devi acquistare un nuovo climatizzatore devi sapere che hai a disposizione diverse forme
di agevolazione per ridurre il costo del tuo investimento:

check Detrazione fiscale 65%

Se acquisti un climatizzatore in pompa di calore ad alta efficienza per la tua casa, il tuo negozio o ufficio in sostituzione di un prodotto esistente puoi beneficiare dell’Ecobonus 2018 per le riqualificazioni energetiche. In questo caso il limite di spesa detraibile è di 30.000 euro.

PER OTTENERE QUESTA DETRAZIONE FISCALE IL CLIMATIZZATORE DEVE ESSERE L’UNICA FONTE DI RISCALDAMENTO DELL’EDIFICIO.

check Detrazione fiscale 50%

Nel caso tu stia ristrutturando casa puoi ottenere una detrazione del 50% per la realizzazione del nuovo impianto di climatizzazione a patto che la scelta avvenga sempre a favore di un climatizzatore in pompa di calore ad alta efficienza (ALMENO classe A+). Il limite di spesa detraibile è di 96.000 euro.

check Bonus mobili

Puoi utilizzare questo strumento in caso di installazione di un condizionatore in classe A+ o superiore, in concomitanza con lavori di ristrutturazione edilizia, per ottenere la detrazione del 50% dell’investimento, fino a un massimo di 10.000 euro.

check Conto termico

Installando un climatizzatore (sempre in pompa di calore) in sostituzione dell’impianto di riscaldamento preesistente è possibile vedersi rimborsato parte di quanto speso direttamente sul conto corrente attraverso lo strumento del Conto Termico.

check Rateizzazione

Esistono possibilità di rateizzazione legate alle offerte commerciali. Il vantaggio è il minore impatto sulla liquidità familiare.

check Finanziamento

Gli istituti di credito hanno prodotti bancari specifici per queste necessità. Il consiglio è di tenere d’occhio i tassi d’interesse, che potrebbero incidere sul costo finale dell’intervento.

ORA, HAI TUTTI GLI STRUMENTI NECESSARI A FARE LA TUA SCELTA CON CONSAPEVOLEZZA.
METTITI IN CONTATTO DIRETTO CON GLI ESPERTI SE VUOI RICEVERE UN’OFFERTA PERSONALIZZATA.

RECEVI L'OFFERTA

05

DOMANDE FREQUENTI

Pur essendo un elettrodomestico “stagionale”, l’acquisto di un climatizzatore è possibile in qualsiasi momento, tuttavia ci sono periodi in cui si trovano più offerte.

Scopri di più

Queste due terminologie sono utilizzate spesso come sinonimi, scopri qui le differenze.

50, 150, 250 metri quadri? Il climatizzatore va proporzionato all'ambiente. In questo articolo abbiamo approfondito bene l'argomento.

Clicca sul link

La funzione pompa di calore permette di avere  maggiore comfort nelle mezze stagioni, prima dell'accensione del riscaldamento.

Scopri se è la tecnologia che fa per te