Caldaie murali a gas a condensazione: come orientarsi per l'acquisto

08 ottobre 2020 - 10:17 / di Roberto Ferri Roberto Ferri

Le caldaie murali a gas a condensazione sono tra le più gettonate per il riscaldamento e la produzione dell’acqua calda sanitaria nelle abitazioni.

Proprio per questo sul mercato ne puoi trovare tantissimi modelli, con caratteristiche e prestazioni diverse. In questo mare di alternative, per scegliere la più adatta a casa tua ti saranno d’aiuto queste nostre linee guida.

Classe energetica della caldaia

Parliamoci chiaro: la cosa che tutti vogliono da una caldaia nuova è che faccia risparmiare in bolletta… questo è poco, ma sicuro!

Di per sé la caldaia a condensazione offre standard di efficienza di gran lunga superiori rispetto a quelli delle caldaie tradizionali ormai in disuso. Tuttavia, più efficiente è la caldaia, più basse saranno le bollette.

Ecco perché conviene puntare su modelli in classe A o superiori: hanno un costo iniziale più alto, ma nel medio lungo periodo offrono le prestazioni migliori e interessanti risparmi in bolletta. Senza considerare che lo Stato incentiva l’acquisto di questo genere di prodotti.

 

Rapporto volume/potenza

È fondamentale che la scelta della caldaia murale a gas a condensazione sia commisurata agli spazi da riscaldare e alle esigenze delle persone che ci vivono. Ecco perché un’altra valutazione da fare riguarda il rapporto tra potenza della caldaia e i volumi dell’abitazione in cui deve essere inserita (rapporto espresso in kW per ogni m³).

Una potenza eccessiva rappresenterebbe per te uno spreco. Una potenza scarsa al contrario non garantirebbe le performance (e il comfort) di cui hai davvero bisogno.

Per farti un’idea della potenza di cui hai bisogno puoi ricorrere ad un semplice calcolo:

Potenza ideale della caldaia= volume abitazione x coefficiente fabbisogno di calore.

Per valutare la potenza quindi ti basterà moltiplicare la metratura dell’abitazione per questo coefficiente che può variare da 0,03 a 0,05.

A titolo d’esempio, in un’abitazione di 120 mq di superficie per 3 metri d’altezza, la caldaia a condensazione dovrebbe avere una potenza nominale di 24 kW (i dettagli del calcolo li trovi nell’articolo “Caldaia a condensazione per 120 mq”).

 

Efficienza energetica di casa

Il calcolo della potenza necessaria dipende, oltre che dalla superficie, anche dalle performance a livello energetico dell’abitazione.

Più elevata è l’efficienza energetica della struttura in sé, più basso sarà il coefficiente di riferimento per calcolare il fabbisogno di calore. Ad esempio, per una casa di più recente costruzione, con finestre e pareti esterne ben isolata termicamente, si può usare un coefficiente di 0,03 kW/m³; per una casa più datata e che non ha subito recenti lavori di efficientamento si può usare uno 0,05 per il calcolo.

Prezzi e incentivi fiscali

Ultima cosa che ti conviene verificare prima dell’acquisto sono gli incentivi che lo Stato ti ha riservato per sostituire la caldaia. Se la nuova caldaia fa parte di un più grande progetto di riqualificazione dell’abitazione (che comprenda ad esempio il cappotto termico) potresti avere diritto alle nuove detrazioni 110% del Superbonus.

In alternativa, potresti beneficiare del Conto Termico 2.0 e delle correlate detrazioni al 65%. A tal proposito troverai informazioni più dettagliate all’articolo “Sostituzione Caldaia Detrazione per chi non ha diritto a SuperEcobonus”.

Ora che conosci le linee guida è giunto il momento di cercare, tra le diverse caldaie murali a gas a condensazione, quella più adatta a te. Scarica la nostra guida gratuita per aiutarti nella scelta.

Guida Gratuita: Quale caldaia scegliere per risparmiare sul riscaldamento?

Roberto Ferri

Scritto da Roberto Ferri