Caldaia murale a condensazione: conviene davvero?

11 aprile 2019 - 09:30 / da Roberto Ferri

La caldaia a condensazione è ormai protagonista indiscussa degli impianti di riscaldamento delle nostre case. Questo perché, rispetto alla caldaia tradizionale, offre un rendimento più elevato, ha meno costi di gestione e minime emissioni inquinanti.

Se stai accarezzando l’idea di regalartene una anche tu? Prima di farlo, sei certo di sapere quella che fa al caso tuo?

“Gli uomini non riescono a capire quale gran rendita costituisca il risparmio.”

                                                                                                                      Cicerone

Come ben sai, se è arrivato il momento di sostituire la tua vecchia caldaia, la scelta più saggia da fare è orientarsi su quelle a condensazione.

Il motivo principale? Si può riassumere in un unico termine: “risparmio”.

Le migliori caldaie a condensazione offrono un risparmio energetico e di denaro nel tempo.

Un po’ di cifre?

Se la temperatura dell’acqua nell’impianto di riscaldamento viene impostata tra i 60° e gli 80°, i tuoi consumi diminuiscono dal 15 al 35% annuo.

Con impianti che funzionano a basse temperature, tra i 30° e i 50° (ad esempio nel caso dei diffusissimi impianti a pavimento), puoi arrivare a un risparmio del 35%.

Senza pensare che, se associata a un sistema di pannelli solari termici, arrivi addirittura a dimezzare i tuoi consumi abituali.

Prima di portare a casa la nuova caldaia a condensazione, devi innanzitutto sapere quale modello fa al caso tuo.

Per quanto riguarda l’installazione, la distinzione principale è quella tra caldaia murale e caldaia a basamento.

La caldaia murale è quella che viene fissata alla parete, mentre la seconda viene posizionata a terra.

I vantaggi della caldaia murale

Riduzione dell’ingombro

Questo modello infatti occupa poco spazio, ed essendo fissato alla parete può essere racchiuso in una nicchia. Elemento, questo, non trascurabile, considerando il bisogno sempre maggiore di spazio, che in casa sembra non essere mai sufficiente. Ecco quindi che poter ricorrere a un modello poco ingombrante, è un vantaggio da prendere assolutamente in considerazione.

Maggiore attenzione all’estetica

Proprio grazie alle dimensioni e al posizionamento, non deve essere necessariamente in vista. Perché rompere l’armonia del tuo arredamento, cui magari hai dedicato tempo e denaro, con un elemento visivo come una caldaia che poco si abbina allo stile della tua casa? Con la caldaia murale risolvi facilmente ogni problema estetico: la puoi nascondere dietro a un’anta elegante, in linea con il resto dei mobili, e far diventare essa stessa elemento di arredo.

Ha una capacità sufficiente a soddisfare il fabbisogno medio di una famiglia

È chiaro che, essendo più piccola rispetto a quella a basamento, avrà una capacità minore. Tuttavia, questo non è per niente un ostacolo per la tua abitazione.

La maggior capacità della caldaia a basamento, infatti, è più utile in ambito commerciale e industriale, contesti in cui si rende necessario un alto fabbisogno di acqua calda e calore.

A livello domestico invece, una caldaia a condensazione garantirà comunque ottime prestazioni. L’unica cosa che devi valutare, nel caso si tratti di famiglia numerosa e si necessiti di una caldaia murale di grandi dimensioni, è che i muri divisori siano capaci di sopportarne il peso.

Direi che non ci sono dubbi: scegliere è facile. La caldaia ideale per casa tua è quella a condensazione murale!

 

Scarica gratuitamente la Guida che ti mostrerà tutte le diverse tipologie di caldaie a condensazione, così da poter individuare quella perfetta per te.

Clicca qui e ricevila subito in formato PDF da leggere sul tuo tablet, smartphone o pc.

Guida Gratuita: Quale caldaia scegliere per risparmiare sul riscaldamento?

Categorie: Caldaie

Roberto Ferri

Scritto da Roberto Ferri