Caldaia a doppia condensazione come funziona

10 ottobre 2019 - 09:05 / da Stefano Luperto

Hai sentito dire che per risparmiare sul riscaldamento la caldaia a condensazione è la soluzione ideale: consumi ridotti e bollette più leggere. Vuoi avere lo stesso risparmio anche sulla produzione di acqua  calda sanitaria?

Il modo c’è e si chiama caldaia a doppia condensazione. Si tratta di una tecnologia costruttiva della caldaia che sfrutta il principio della condensazione non più solo per il riscaldamento, ma anche per riscaldare l’acqua sanitaria.

 

Come funziona?

Se la caldaia a condensazione si distingue dalle caldaie tradizionali perché ha un’efficienza più alta e garantisce un risparmio sia energetico che economico (i costi di riscaldamento si riducono), quella a doppia condensazione, grazie al doppio circuito, recupera il calore latente dei fumi non soltanto quando riscalda a bassa temperatura, ma anche quando produce acqua calda sanitaria.

In questo modo il rendimento resta eccellente sia in fase di produzione di riscaldamento che in quella di produzione di acqua calda sanitaria (in pratica, risparmi tutto l’anno e non solo sul riscaldamento).

In questo tipo di caldaia, sia l’acqua per il riscaldamento degli ambienti che l’acqua calda sanitaria vengono scaldate direttamente nel corpo caldaia, rendendola il 20% più efficiente rispetto alle caldaie tradizionali. (Fonte: Il giornale del termoidraulico)

 

Come scegliere

In generale, a priori non esiste il marchio migliore in senso assoluto, bensì esiste il migliore modello di caldaia a condensazione per le proprie esigenze. Quindi è importante capire tre cose:

  1. Quale uso viene fatto della caldaia, per esempio le ore di utilizzo nell’arco del giorno, le temperature di mandata necessarie al funzionamento dell’impianto, quantità di acqua calda sanitaria da erogare;
  2. Il posto dove sarà installata la caldaia, infatti esistono caldaie che meglio si prestano a stare anche all’esterno per la qualità dei materiali costruttivi realizzati, mentre se ci sono locali caldaia adeguati, si possono tranquillamente valutare modelli più economici;
  3. La zona climatica, l’Italia è infatti suddivisa in 6 fasce climatiche in base alle temperature medie raggiunte durante l’inverno.

 

Cosa sapere prima di acquistare

Se la tua vecchia caldaia è arrivata al capolinea e stai valutando la sostituzione, considera che la caldaia a condensazione non è solo la tecnologia migliore, ma è anche una scelta d’obbligo.

Infatti, con normativa europea del 2015 (D.p.r. 59/2009,DLGs 28/2012 del 26 Settembre 2015), la produzione di caldaie tradizionali è stata vietata per ragioni ambientali, con l’obiettivo di risparmiare risorse, importarne meno e ridurre le emissioni di anidride carbonica e polveri in atmosfera.

A proposito di normative, ricorda che anche le caldaie, come tutti gli elettrodomestici, devono obbligatoriamente avere un’etichetta energetica: questo ti renderà più facile capire – anche senza essere un tecnico – se il prodotto che stai per acquistare è buono o meno. Grazie all’etichetta puoi orientarti verso caldaie in classe A e superiori, per fare un buon investimento.

Per aiutarti a conoscere meglio le caldaie a condensazione, abbiamo creato una guida che puoi scaricare subito gratuitamente. Clicca qui sotto per riceverlo subito sul tuo smartphone, tablet o pc.

Guida Gratuita: Quale caldaia scegliere per risparmiare sul riscaldamento?

Categorie: Caldaie

Stefano Luperto

Scritto da Stefano Luperto