<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=438798440102425&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Dove posizionare il climatizzatore, qual è il luogo migliore

17 dicembre 2020 - 08:59 / di Laura Sartori Laura Sartori

La condizione essenziale per raggiungere il massimo benessere in casa durante l’estate è il corretto uso, posizionamento e dimensionamento dell’impianto di climatizzazione. Il problema, spesso legato alla disposizione delle stanze e dalla presenza di più piani interni con vani scale aperti, è “dove posizionare il climatizzatore” per godere della temperatura senza rischiare infiammazioni alle articolazioni. Inoltre, anche la scelta del posizionamento dell’unità esterna deve essere oggetto di valutazioni tecniche. Vediamo quali.

Dove posizionare gli split del climatizzatore?

I nostri tecnici hanno fatto un elenco delle principali variabili in campo e degli accorgimenti che solitamente utilizzano nel momento in cui, durante un sopralluogo tecnico, stabiliscono la posizione ideale del climatizzatore in base alla disposizione della casa.

Posizionamento split interni

 

  1. Controllare la presenza di mobili o arredi che possano interferire con la circolazione dell’aria, individuando contemporaneamente le pareti libere come punti preferenziali di installazione delle macchine. Si consiglia di collocare lo split ad almeno 15-20 centimetri dal mobilio circostante.

  2. L’unità interna va posizionata in alto, perché l’aria fredda tende per natura a scendere verso il basso, ma non necessariamente a ridosso del soffitto. Può anche essere installata a metà parete per un migliore comfort soprattutto se i soffitti sono molto alti.

  3. Capitolo corridoi: c’è chi pensa che installando un climatizzatore in un corridoio, l’aria fresca possa portare beneficio a più stanze contemporaneamente. Salvo rare eccezioni, succederà che una delle stanze diventi troppo fredda e nell’altra si continui a sentire caldo. Il corridoio non è la collocazione ideale del climatizzatore e sarebbe meglio avere uno split in ogni stanza per evitare sovraccarichi alla macchina, costretta a lavorare senza sosta, senza esiti soddisfacenti in termini di comfort.

  4. Evitare il flusso diretto sulla schiena delle persone. Per un tecnico, l’analisi dell’arredo è importante: per fare un esempio, lo split interno non dovrebbe mai spingere l’aria su una scrivania o su un divano dove è verosimile che una persona si sieda per diverso tempo. Lo stesso vale per la camera da letto: è bene valutare con attenzione la direzione dei flussi freddi che possono generare malesseri quali nevralgia e dolori articolari soprattutto alla schiena e al collo.

  5. Un errore frequente di posizionamento dello split è dietro a tende, divani o di fronte ad alti armadi o pareti. Elementi di arredo e muri fanno da barriera al flusso di aria generando un effetto rimbalzo.

  6. Per quanto riguarda invece l’impatto sull'arredamento degli ambienti, sul piano del gusto estetico, il problema è superato perché quasi tutti i nuovi modelli in produzione sono caratterizzati da un design curato e quindi non è più necessario nascondere dalla vista le unità interne. Inoltre, volendo split a scomparsa, si possono valutare anche altre unità interne.

 

Riassumendo, vediamo stanza per stanza, dove andare a posizionare il climatizzatore:

  • Camera da letto: lateralmente al letto o sopra la testiera, in modo che l’aria fredda raggiunga al massimo i piedi e mai il corpo delle persone mentre dormono;
  • In soggiorno: nelle zone di passaggio, mai di fronte al divano e mai sul tavolo da pranzo;
  • In cucina: mai sulla zona pranzo.

 

Dove posizionare l’unità esterna del climatizzatore?

L’unità esterna del condizionatore nasce appositamente per resistere alle condizioni esterne, va installata a ridosso di un muro e collocata in maniera tale che l’aria possa circolare liberamente senza ostruzioni, in maniera da mantenere la macchina funzionale.

I consigli in questo caso potrebbero essere:

  • Fare attenzione alla vicinanza con piante che perdono le foglie;
  • Installazione, se possibile, a portata di mano nel caso sia necessario effettuare qualche operazione tecnica o di pulizia periodica delle pale.

Non resta che scegliere il modello più adatto alle tue esigenze e capire le fasce di prezzo. Scarica gratuitamente modelli e prezzi che abbiamo raccolto nel listino qui sotto. Clicca per ricevere il pdf gratuito.

Scarica la guida ai prezzi dei climatizzatori per la tua casa

Categorie: Climatizzatore

Laura Sartori

Scritto da Laura Sartori