Caldaia a metano: 5 passi per risparmiare

22 agosto 2019 - 12:30 / da Loretta Bonasera

La caldaia a metano è la tecnologia più diffusa in Italia, grazie all’estensione della rete del gas metano a livello nazionale. Se anche tu ne hai una e vuoi essere sicuro di conoscere tutti i trucchi per rendere le spese per il riscaldamento più basse possibili, sei nel posto giusto.

Come funziona una caldaia a metano

La caldaia a metano è provvista di un sistema di combustione con modulazione di fiamma che assicura la regolazione della potenza, così da evitare lo spreco energetico. Il metano è la tipologia di combustibile con il miglior rapporto qualità/prezzo perché garantisce rendimenti molto alti. In altre parole, probabilmente il pellet o la legna costano meno (in alcuni periodi dell’anno) rispetto al metano, ma il loro rendimento energetico è molto più basso di quello del metano. A parità di combustibile, in sostanza, il metano ha maggior potere calorifico.

Dal punto di vista tecnologico, quindi, avere una caldaia a metano è già una garanzia di efficienza e, conseguentemente, di risparmio economico.  Il risparmio economico è ancora superiore se hai una caldaia a condensazione di ultima generazione, poiché questa tipologia di generatore recupera anche il calore dei fumi di combustione.

I 5 passi per risparmiare con la caldaia a metano

Bastano pochi e semplici passi per risparmiare e tagliare le bollette, ecco quali sono.

  1. Eliminare l’aria dai radiatori

L’aria nelle tubazioni che si deposita nei radiatori impedisce il corretto riscaldamento e quindi la tua caldaia lavorerà inutilmente. Con una semplice valvola di sfiato risolverai il problema.

  1. Infissi efficienti

Le finestre incidono parecchio sulla dispersione del calore, per cui se hai degli infissi vecchi – e spifferi - ti ritroverai bollette più salate, a causa di un cattivo isolamento termico della tua abitazione. La soluzione ideale sono quelli in PVC o in legno e doppi vetri. Ricorda: evita sempre di lasciare le finestre socchiuse mentre la caldaia è accesa.

  1. Non coprire i termosifoni

Controlla sempre che i termosifoni non siano coperti da tende o mobili. La diffusione del calore è importante: mettendo degli “ostacoli” davanti al termosifone potresti trovarti ad avere un punto della stanza molto caldo e un altro punto freddo.

  1. Manutenzione della caldaia

Una scarsa o inadeguata manutenzione rende la tua caldaia inefficiente, che in cifre si traduce con maggiori consumi e bollette salate.

  1. Regolare la temperatura nel modo giusto

La temperatura interna dovrebbe essere sempre di circa 19°.

 

Nonostante tutti gli accorgimenti, credi che le bollette siano ancora troppo salate?

Può dipendere da una caldaia inefficiente.

Quanti anni ha la tua caldaia? Forse è arrivato il momento di mandare in pensione la vecchia caldaia, diventata evidentemente inefficiente, e regalartene una nuova.

È il momento giusto per installare una caldaia nuova, per 3 motivi:

  1. Le caldaie di ultima generazione (quelle a condensazione) ti fanno risparmiare il 25% sui consumi di gas metano.
  2. Puoi usufruire delle detrazioni fiscali, recuperando la metà dei soldi investiti attraverso la dichiarazione dei redditi.
  3. Hai l’opportunità di pagare la nuova caldaia a rate, senza intaccare la liquidità familiare.

Vuoi capire come sono le caldaie di ultima generazione e quanto ti possono far risparmiare? Scarica gratuitamente la Guida. Clicca qui e ricevila subito in formato PDF da leggere sul tuo tablet, smartphone o pc.

Guida Gratuita: Quale caldaia scegliere per risparmiare sul riscaldamento?

 

 

Categorie: Residenziale, Caldaie, Risparmio energetico, Gas

Loretta Bonasera

Scritto da Loretta Bonasera